Tac Cone Beam: di cosa si tratta

Quando si usa il termine Tac Cone Beam si fa riferimento a un’indagine radiologia, realizzata in 3D, che permette all’odontoiatra di avere un’immagine della sezione del viso che va dagli zigomi fino alla mandibola.

Il Team di professionisti di Dentista Foligno nello studio ambulatorio [email protected] si occupa di effettuare Tac Cone Beam.

 

Odontoiatra

L’odontoiatra è un professionista sanitario che ha seguito un percorso di studi fino alla laurea magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria ed è iscritto all’Albo degli Odontoiatri. Si occupa sia della parte diagnostica sia della parte terapeutica per quanto riguarda le malattie e i disturbi che possono colpire la cavità orale e i denti.

 

CT Cone Beam

Con il termine TAC si indica la Tomografia Assiale Computerizzata, mentre con il termine TC Cone Beam si intende la Termografia Computerizzata a Fascio Conico. Una delle differenze più evidenti riguarda come questi apparecchi rilascino il fascio di raggi X: i primi li emettono con una forma a ventaglio, mentre i secondi con una forma conica.

La CT Cone Beam permette di avere come risultato delle immagini in 3D, di ottima qualità e risoluzione, e di utilizzare una quantità di raggi nettamente inferiore rispetto alla TAC.

La TC Cone Beam è utilizzata dagli odontoiatri per lo studio dei denti, ma non solo, siccome permette di analizzare tutta la cavità orale e la cavità mascellare, assieme alle fosse nasali, quindi di dare un quadro più approfondito e di definire come si rapportano i denti con le zone circostanti.

È utile anche per valutare eventuali lesioni ai denti e durante il procedimento di inserimenti degli impianti dentali.

La TC Cone Beam è un procedimento della durata dai 12 ai 20 secondi tendenzialmente; prima di procedere bisogna togliere tutti gli oggetti di gioielleria o bigiotteria e anche eventuali protesi dentali mobili. Solitamente, inoltre, viene dato al paziente un corpetto e un collare entrambi con una funzione radioprotettiva.