Giardino verticali, ecco i vantaggi

Giardino verticali

Nei tempi attuali in cui ci sono ambienti di vita angusti, nessuno spazio per respirare e inquinamento ovunque, il pensiero di avere un giardino in casa sembra inverosimile. Tuttavia, questo non è il caso. Chiunque può avere il proprio spazio verde e può partecipare al piacere di coltivare e raccogliere il proprio cibo, e beneficiare dell’autosufficienza e di un’alimentazione superiore. Si tratta semplicemente di sfruttare al meglio lo spazio che hai. Nel lontano 1938, il professor Stanley Hart White dell’Università dell’Illinois ha creato un concetto unico: la struttura e il sistema architettonico portanti la vegetazione. O quello che oggi è conosciuto come Giardino verticali. Ma il merito di aver modernizzato e divulgato il concetto va al botanico francese Patrick Blanc, che ha creato pareti verdi in diversi spazi, in particolare in Europa.

Allora, cos’è un giardino verticale?

È un sistema di coltivazione innovativo e altamente produttivo che utilizza supporti dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso per un’ampia varietà di piante sia in piccoli che grandi spazi del giardino. Le piante vengono coltivate in modo verticale, verso l’alto, sfruttando in modo ottimale lo spazio esistente. Un giardino verticali o un muro verde possono essere fissati all’esterno o all’interno di un edificio. Si differenzia da una facciata verde in quanto le piante radicano in un supporto strutturale che è fissato alla parete stessa. Ricevono acqua e sostanze nutritive dall’interno del supporto verticale anziché dal terreno.

Vantaggi del giardinaggio verticale

I giardino verticali offrono numerosi vantaggi estetici, economici, fisiologici e ambientali. Un giardino verticale consente di massimizzare e utilizzare completamente lo spazio limitato, soprattutto nelle aree urbane congestionate.

Ecco alcuni altri vantaggi di un muro verde:

Sicurezza alimentare: il giardinaggio verticale è un metodo eccellente per coltivare il cibo in aree in cui lo spazio è limitato. Le diverse tecnologie dell’orto verticale forniscono metodi efficaci, semplici e sostenibili per coltivare frutta, verdura ed erbe aromatiche, migliorando così la sicurezza alimentare per le comunità urbane e le popolazioni che devono far fronte alla mancanza di spazi agricoli.

Miglioramento della qualità dell’aria: i giardini verticali migliorano la qualità dell’aria sia interna che esterna rimuovendo i COV nocivi (composti organici volatili) e assorbendo gli inquinanti. Coltivare le piante in verticale, anche in spazi ristretti come davanzali, balconi, ingressi frontali e così via, fa una differenza apprezzabile per l’aria che si respira.